robottino lava e aspira

Sai molto bene che la pulizia domestica è una delle cose più importanti che devi fare ogni giorno. Ma non è sempre facile trovare il tempo, la voglia e le energie per farlo quotidianamente.

Ma aspetta! La tua migliore amica ti ha appena detto che ha comprato un super fantastico robottino lava e aspira!

Lo programma, lo prepara… e lo fa lavorare quando lei è fuori casa, così ottimizza il tempo, oppure si rilassa un po’ di più sul divano.

Così, ora hai la certezza di volerlo anche tu e stai cercando il miglior robot aspirapolvere e lavapavimenti che possa fare questo duro lavoro per te.

Per aiutarti a fare questa ardua scelta, ho fatto una selezione dei 10 modelli di diverse marche più famosi e venduti del momento, in grado di garantirti una pulizia completa.

Spero che renderanno la tua scelta e la tua vita più facili.

La “classifica” è aggiornata in tempo reale, in base alle preferenze di chi ha già acquistato, al rapporto qualità/prezzo, alla disponibilità.

Ho anche incluso, più avanti nell’articolo, alcuni consigli su come usarlo per sfruttarlo nel migliore dei modi.

I 10 migliori Robot aspira e lava pavimenti del momento


Aggiornato al 20 Settembre 2021 9:33

Come sceglierlo

Ormai la tecnologia dei robot aspirapolvere è davvero avanzata e ad ogni nuova uscita le funzionalità sono sempre più avanzate.

Ognuno però ha esigenze diverse, quindi non è detto che a te serva il modello più avanzato, o magari semplicemente non funzionerebbe correttamente per l’ambiente dove vivi.

Ecco alcune caratteristiche che ti possono aiutare a scegliere il robottino aspira e lava ideale, in base alle tue priorità.

La funzione lavapavimenti

Sembra quasi scontato specificarlo, ma c’è differenza tra i primi modelli dei normali robot aspirapolvere e quelli che invece hanno anche la funzione lavapavimenti, con diverse modalità di pulizia.

Alcuni modelli infatti si limitano ad aspirare, che già è un’ottima cosa, ma in questo articolo ti sto proponendo le versioni con il massimo delle comodità.

Non aspettarti un pavimento lavato e profumato come dopo aver passato il mocio, ovviamente, anche perché nella maggior parte dei casi è sconsigliato inserire il detersivo nel serbatoio.

La funzione lavapavimenti ha lo scopo di “migliorare” la pulizia e solitamente viene fatta dopo la fase di aspirazione, e la differenza è notevole.

I robot migliori hanno un cassettino con un panno in microfibra in dotazione che va agganciato sotto, per attivare automaticamente anche la funzione di lavaggio.

Mettiti il cuore in pace dunque, una volta ogni tanto dovrai comunque lavare il pavimento a mano come hai sempre fatto, ma il bello è che lo dovrai fare molto più raramente.

La possibilità di mappatura delle stanze

Inizierei subito col dire che questa funzione è davvero essenziale al giorno d’oggi.

Le versioni più economiche non hanno questa possibilità, ma se davvero vuoi renderti la vita facile non puoi che scegliere un robot aspirapolvere e lavapavimenti con mappatura.

Questa procedura si fa dall’app dello smartphone, collegata al robot, e permette di definire le stanze della casa, le barriere virtuali, e le impostazioni specifiche per ogni area.

Puoi ad esempio decidere di voler pulire solamente una stanza, oppure di voler pulire sotto al tavolo della cucina con un’intensità maggiore rispetto al resto.

Oppure ancora puoi creare mappe separate per i diversi piani di casa, ma ricorda che il robot dovrai spostarlo tu, ancora non riesce a fare le scale.

Tutte cose che puoi impostare solamente con la mappatura di navigazione delle stanze di casa.

Altre funzioni avanzate

Verifica se il modello che ti interessa dispone di avvio programmato, controllo remoto tramite l’app, ricarica automatica anche durante la pulizia, svuotamento automatico del raccoglitore, comandi vocali e interfaccia per Alexa o Google Assistant.

Sono tutte funzionalità di cui sono dotati ormai i migliori robot aspirapolvere.

La potenza di aspirazione

Se vuoi che il risultato sia eccellente e la pulizia accurata la caratteristica principale che deve avere è una buona potenza di aspirazione, per raccogliere tutti i tipi di sporco senza lasciare residui.

Sto parlando precisamente della potenza massima, perché in realtà la maggior parte dei modelli di robot ha più livelli di aspirazione ed è in grado di cambiare automaticamente la potenza durante l’utilizzo, in base alle impostazioni scelte per i vari tipi di pavimento o la modalità di pulizia.

Spesso ad una maggior potenza del motore si abbina anche una maggiore rumorosità. 

Il numero e il tipo di sensori

Una buona caratteristica da tenere d’occhio è il numero e la tipologia di sensori di navigazione installati.

Quelli indispensabili servono per evitare gli ostacoli e non sbattere contro oggetti e pareti, per evitare cadute da gradini e scale, i più avanzati anche per mappare la stanza.

Possono essere ad infrarossi, ultrasuoni o laser. Normalmente i sensori a infrarossi rilevano gli ostacoli mentre i laser scansionano le superfici.

Esistono anche modelli di robot con la telecamera, utilizzata per riconoscere gli oggetti circostanti e in alcuni casi funge anche da telecamera di sorveglianza per gli interni di casa.

La capacità di superare gli ostacoli

Parliamo di piccoli ostacoli come un tappeto o un bordino di separazione tra piastrelle e parquet.

I migliori modelli possono superare ostacoli a terra in completa autonomia anche fino a 2 cm ma attenzione ai cavi lasciati liberi per terra.

Uno dei problemi comuni è che in questi casi il cavo si incastra nella spazzola rotante bloccando il robot, quindi non dimenticarteli.

Ebbene sì, esistono anche robot che possono riconoscere i cavi a terra ed evitarli, ma spesso lasciano anche dello sporco nello stesso punto, non potendo passare per via dell’ostacolo.

È comunque una buona pratica preparare l’ambiente al passaggio del robot, lasciando il pavimento più libero possibile.

L’autonomia della batteria

Un altro fattore da prendere in considerazione è la durata della batteria.

La maggior parte dei moderni robot aspirapolvere sono dotati di batterie che permettono un funzionamento continuo fino a 2 ore.

Tuttavia, sono ormai in grado di tornare da soli alla propria base di ricarica quando il livello di autonomia è basso, per ricaricarsi e poi eventualmente finire il lavoro. 

L’altezza in cm del robot lavapavimenti

Può sembrare una banalità ma questo fattore può fare la differenza.

Prova a pensarci, basta un solo centimetro di differenza per impedire al robot di poter passare sotto al divano o sotto al letto.

Mediamente i migliori robot non superano i 10 cm di altezza, anche quelli con la torretta superiore (per i sensori laser), ma esistono diversi modelli che scendono anche sotto i 7 cm, rendendo tutto più semplice.

La rumorosità

Certo, anche l’aspirapolvere normale è rumoroso, ma il robot solitamente rimane attivo per più tempo, con la possibilità di disturbare chi non ama molto il rumore.

Per questo è meglio scegliere un modello che possa garantire il più possibile una pulizia silenziosa, o i tuoi vicini di casa potrebbero non essere felici del tuo nuovo acquisto.

Il rapporto qualità/prezzo

Infine, un altro aspetto importante da tenere a mente è il prezzo. Mentre tutti i fattori di cui sopra contano, il rapporto qualità/prezzo non dovrebbe essere trascurato.

Dopo tutto, non compreremmo nessun prodotto senza considerarne il costo.

Se deciderai di scegliere un’opzione più economica, ricorda che non significa necessariamente di bassa qualità.

Infatti, potresti finire per spendere meno soldi ma avere comunque un ottimo dispositivo, l’importante è che abbia le caratteristiche che ti servono realmente

Naturalmente i dispositivi di fascia alta garantiscono una più lunga durata e il massimo delle funzionalità.

5 Consigli per usare al meglio il robot aspirapolvere

robot aspira e lava pavimenti

Quando compri il tuo nuovo robot lavapavimenti, di solito provi massima soddisfazione e non vedi l’ora di metterlo all’opera.

Allo stesso tempo, puoi avere molto dubbi su come usarlo al meglio.

Ecco alcuni consigli che potrebbero aiutarti a ottenere il massimo.

1. Assicurati che sia completamente carico

La prima cosa che ti consiglio è di assicurarti che sia completamente carico prima dell’uso.

Questo vale soprattutto per il primo utilizzo, ma anche per le volte successive sarai in grado di ottenere le massime prestazioni dal robot.

Se il modello che hai scelto non ha la ricarica automatica questa fase è davvero fondamentale.

2. Imposta il timer

Non c’è niente di meglio che far lavorare il robot per pavimenti quando sei fuori casa o quando stai facendo altro.

Ecco che impostare il timer, o attivarlo da remoto se hai questa funzionalità, ti permetterà di tornare a casa e trovare il pavimento pulito, come per magia… una sensazione fantastica!

3. Evita di lasciare cavi o oggetti a terra

Se vuoi una pulizia impeccabile devi lasciare al robot la miglior possibilità di muoversi, con meno ostacoli possibile e con meno possibilità di rovinarsi per colpa di qualche oggetto pericoloso.

4. Evita di usare detersivi

A meno che non sia diversamente specificato, molti robot lavapavimenti consigliano di usare solo l’acqua distillata, per evitare calcare o otturazioni degli ugelli.

Leggi sempre il manuale per sapere se puoi aggiungere un detergente per pavimenti.

5. Tienilo al sicuro

È importante tenere il tuo robot aspirapolvere al sicuro.

Non lasciarlo vicino a spigoli vivi o angoli e tienilo al riparo da bambini piccoli o animali domestici. Queste macchine non sono economiche, quindi non dovresti rischiare di danneggiarle.

Come pulire il tuo lavapavimenti robot

come pulire robot aspirapolvere

Pulire il tuo robot aspirapolvere lavapavimenti è molto facile.

Devi solo seguire le istruzioni incluse in ogni modello, perché saranno leggermente diverse in base alla marca e alle caratteristiche.

Se vuoi comunque una guida generale su come pulire la maggior parte dei modelli, segui i passi qui sotto:

1. Spegni il robot aspirapolvere.

2. Rimuovi la piastra di copertura superiore sollevandola verso l’alto.

3. Apri il coperchio del serbatoio dell’acqua.

4. Togli i filtri sporchi con una pinzetta per pulirli.

5. Rimetti i filtri nell’apposito contenitore.

6. Chiudi nuovamente il coperchio.

7. Rimuovi le spazzole nella parte inferiore e svuota il contenitore della polvere.

8. Lava accuratamente le spazzole.

9. Asciuga le spazzole e il contenitore.

10. Riponi tutto correttamente.

11. Pulisci i sensori con un panno asciutto

12. Controlla le ruote ed eventualmente puliscile

Spesso i capelli o i peli di animali domestici rimangono attorcigliati nelle spazzole, se non riesci a toglierli con la normale pulizia puoi tagliarli con una forbice, a volte in dotazione con il robot.

Pro e contro degli aspirapolvere robotizzati

Come qualsiasi altro prodotto anche il robot aspira e lava migliore può avere i suoi pro e contro, che devi considerare prima dell’acquisto. 

Pro:

– È molto facile da usare ed efficiente

– È adatto a pavimenti in legno, pavimento duro e moquette

– È ideale per tappeti alti fino a 2 cm

– Ti evita fatica e perdite di tempo, soprattutto se lavori tutto il giorno o se sei single

– Può essere utilizzato in qualsiasi stanza della casa

– È ideale per chi trova spesso sul pavimento i peli di animali domestici

Contro:

– Può essere anche molto costoso, in base al tuo budget

– A volte non raccoglie bene tutto lo sporco, in base al modello scelto

Ora sai tutto su come scegliere un robottino lava e aspira

Un robot aspira e lava pavimenti è un ottimo investimento, sotto tutti i punti di vista!

Non solo ti aiuterà a risparmiare tempo e fatica, ma ti darà anche un po’ di pace a mentale sapendo che anche mentre sei al lavoro c’è qualcuno, o meglio qualcosa, che si occupa di tenere i pavimenti puliti.

Quindi, basta pensarci e compra il tuo oggi!

Domande Frequenti

Come funziona un robot aspirapolvere?

Si muove in casa usando dei sensori che rilevano quando ha raggiunto un muro o un altro ostacolo.

In questo caso si ferma e si allontana dall’oggetto. Quando rileva che non ci sono ostacoli sul suo percorso, riparte e continua a pulire.

Il robot aspirapolvere ha una serie di altri componenti che lo fanno funzionare:

Una base di ricarica che rimane collegata alla corrente e funge da “stazione” per il robot.

Ha un motore che fa girare le ruote e che muove le spazzole sul pavimento.

La spazzola principale raccoglie lo sporco e la polvere dal pavimento.

La spazzola laterale ad alta velocità sposta lo sporco (briciole o altri residui) verso il centro, in modo che possano essere aspirati dalla spazzola centrale.

Come funziona un robot lavapavimenti?

Il robot lavapavimenti, oltre ad aspirare la polvere può anche lavare i pavimenti.

Ha un serbatoio d’acqua in cui, in alcuni casi va aggiunto il detergente per pavimenti (dipende dal modello), ed è dotato di panni in microfibra da applicare nella parte inferiore.

L’acqua filtra lentamente dal serbatoio al panno, che si bagna e può inumidire il pavimento, più o meno intensamente in base alla modalità di pulizia selezionata.

Quanto dura un ciclo di pulizia?

Le sessioni di pulizia possono durare da pochi minuti fino a circa 90 minuti.

Questo dipende da quanta superficie deve pulire, da quanti passaggi deve fare e se deve solo aspirare la polvere o anche lavare il pavimento.

Il robot aspirapolvere va bene anche per i peli di animali?

Si, così come può raccogliere accumuli di polvere, briciole, altri residui sul pavimento, può anche raccogliere peli di animali e capelli.

In questo caso presta attenzione alla pulizia e rimuovi i peli o i capelli che si potrebbero attorcigliare alla spazzola laterale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *